Gli effetti benefici della filosofia sui bambini

Gli effetti benefici della filosofia sui bambini

La filosofia è una delle discipline più gravemente danneggiate dall'ascesa del Mentalità produttivista: Ciò che non produce valore aggiunto chiaramente e manifest è disprezzato ed è relegato nel tronco di elementi confusi senza utilità.

Questo degrado del valore della filosofia È stato visto molto evidente nel campo universitario, ma nell'istruzione obbligatoria, le prospettive non sono particolarmente favorevoli.

Filosofia e bambini

Perché investire tempo e denaro nel promuovere una linea di conoscenza e concorrenza che verrà troncata quando arriverà il tempo del mercato del lavoro?

A questi argomenti sociologici dobbiamo aggiungere psicologici. È un'idea molto diffusa che gran parte degli scolari non debbano beneficiare della filosofia, poiché la psicologia dello sviluppo mostra Difficoltà (o impossibilità) dei bambini più piccoli quando si tratta di svilupparsi con idee astratte.

Vedi sulla teoria delle fasi di sviluppo di Jean Piaget. Naturalmente, gli studi sullo sviluppo della connettività cerebrale (necessari per creare astrazioni, che sono proprietà condivise dagli oggetti più vari) sottolineano che ciò non è completamente consolidato fino al terzo decennio di vita. È un'istruzione inutile nel pensiero critico per i più piccoli?

Oltre il contenuto, prassi

Ricerche recenti suggeriscono che l'insegnamento della filosofia ai bambini può produrre un miglioramento significativo del loro livello di intelligence. Lo studio, condotto da ricercatori spagnoli (Roberto Colom, Félix García Moriyón, Carmen Magro, Elena Morilla) e i cui risultati sono stati pubblicati Insegnamento analitico e prassi filosofica, È un'indagine longitudinale in cui è stato condotto un follow -up per 10 anni, da 6 anni alla fine degli studi secondari, di un gruppo a cui le lezioni sono state insegnate nella filosofia settimanale (455 ragazzi e ragazze) e un gruppo di controllo A chi non è stato dato queste lezioni (321 ragazzi e ragazze). Sia il gruppo di controllo che il gruppo di trattamento avevano lo stesso profilo socioeconomico e i due appartenevano agli studenti delle scuole private nell'area di Madrid.

I risultati mostrano che i membri del gruppo di trattamento Il loro CI è aumentato di 7 punti (Abilità cognitiva generale) e 4 e 7 punti in Intelligenza fluida e cristallizzata, rispettivamente. Inoltre, lezioni di filosofia con bambini Hanno ridotto l'accumulo nel corso degli anni del numero di studenti nella "zona di rischio" (Con un punteggio CI relativamente basso), tipico problema delle istituzioni educative.

Per quanto riguarda l'influenza di queste sessioni sui tratti della personalità, gli studenti della filosofia hanno mostrato un tendenza a estroversione, onestà ed emotività. Queste caratteristiche potrebbero essere migliorate, piuttosto che dal contenuto delle classi, dalla modalità di insegnamento richiesta dalla filosofia per essere insegnata nelle classi: gruppi di discussione, il dibattito per mettere in discussione idee preconcette e la continua proposta di domande. Filosofia con i bambini Richiede classi molto più democratiche in cui lo studente è un argomento attivo insieme al resto dei compagni di classe e l'insegnante diventa un facilitatore e una guida della ricerca degli studenti (qualcosa che si collega molto bene alla teoria della vicina zona di sviluppo di Vygotsky).

Un nuovo paradigma

Se ricapitoliamo, lo vedremo La particolarità della filosofia non è tanto il contenuto di questi studi, Compreso come un "pacchetto di informazioni" trasmesso unilateralmente dall'insegnante agli studenti, ma il ruolo di questa disciplina come quadro propizio per porre domande e proporre risposte, cioè elaborare un modo di vedere il mondo. Questa dinamica di mettere in discussione le cose non deve attenersi solo a questioni che non possono essere coperte dalla mente del bambino, proprio come lo sport è importante in tutte le persone, indipendentemente dalla loro capacità di ottenere la massa muscolare.

La filosofia può costituire in sé un'abitudine sana e una formazione per le questioni trascendentali che arriveranno nelle ultime fasi di sviluppo, oltre a offrire uno spazio in cui Lavora la gestione dell'intersoggettività e della comprensione con gli altri.